23 aprile 2020

LA TESTIMONIANZA DI PATRIZIA E CARMINE, GENITORI DI FEDERICA

Quando è arrivata la diagnosi la nostra bambina aveva quasi tre anni. È stato difficile! I primi tempi eravamo abbastanza disorientati, la piccola non parlava, non giocava, non interagiva con noi, non si girava se chiamata. Poi abbiamo conosciuto BolleBlu e la nostra vita ha subito una svolta positiva. Il loro intervento, non è qualcosa finalizzato solo ed esclusivamente alla terapia. La terapia è stata, ed è ancora oggi fondamentale nella nostra vita. Ci aiuta nel quotidiano ad affrontare dalle piccole alle grandi cose.

Le terapie di gruppo sono state una vera sorpresa: inizialmente scettici, ci hanno pian piano dimostrato la loro efficacia. Importanti anche gli interventi a scuola, dove la terapista è un ottimo ponte di aggancio tra la nostra famiglia e la scuola, aiutando le insegnanti ad interagire e a rapportarsi nel modo migliore con la nostra bambina. Fondamentale per noi è stato anche il gruppo dei genitori, una vera e propria rete di ascolto dove è possibile il confronto con gli altri. Può sembrare banale ma confrontarsi con chi vive le nostre angosce, le nostre stesse paure e i nostri stessi dubbi ci ha aiutato a rivedere le cose da una prospettiva completamente nuova. Abbiamo imparato tanto, le difficoltà ci sono state e ci saranno sempre, alcuni problemi sono facilmente risolvibili e altri meno, ma BolleBlu ha avuto sicuramente un ruolo importante e di grande aiuto.

Patrizia e Carmine, genitori di Federica